club

Past President

Il presidente

Anno 2010/11
Matteini Marco

"Passione ed entusiasmo" sono state le parole chiave con cui ho intrapreso la presidenza dell'annata: passione per gli ideali rotariani di servizio, fratellanza e pace , entusiasmo per il piacere di condividere progetti finalizzati ad azioni efficaci con la squadra di consiglio e con il club tutto.

La presente relazione illustra in maniera sintetica i principi che hanno ispirato il lavoro del Consiglio e del Club, fornisce un quadro sullo stato dell'effettivo, elemento fondante per il buon funzionamento del club stesso e descrive brevemente le attività dell'annata e i numerosi progetti dei quali alcuni già realizzati, altri tuttora in corso, altri ancora in fase di definitiva programmazione e attuazione.

In linea con le indicazioni del Presidente Internazionale Ray Klinginsmith sintetizzate nel motto che caratterizza questa annata rotariana "impegnamoci nelle comunità, uniamo i continenti" l'attività del Club si è rivolta attraverso le "Cinque vie di Azione" - Interna, Professionale, di Interesse Pubblico, Internazionale e Nuove Generazioni - al raggiungimento di importanti obiettivi sia in ambito locale che internazionale, cercando altresì il coinvolgimento del maggior numero dei membri del Club e la massima visibilità del suo operato attraverso un'efficace e capillare comunicazione esterna (TV e carta stampata) anche grazie all'operato della Commissione Pubbliche Relazioni.
L'attività delle commissioni si è infatti spesso incrociata, interfacciandosi nel confronto sulle varie tematiche e tenendo vivo quello spirito di collaborazione e di servizio rotariano in vista degli obiettivi generali del club.
L'impostazione delle attività ha recepito il messaggio più volte giunto anche dal livello distrettuale ed internazionale della ricerca di un sempre maggior coinvolgimento delle istituzioni locali pubbliche e private - e non solo di quelle - e dell'attuazione di sinergie con altri enti presenti sul territorio per una più proficua azione dei progetti ed una loro sempre più efficace comunicazione e condivisione territoriale.

Le varie linee di azione si sono intersecate anche nello svolgimento dell'Azione Interna con la ricerca di tematiche per le conviviali di interesse generale e particolare legate ad esempio al tema dell'Etica - a solo titolo esemplificativo Maria Grazia Capulli con "Etica e giornalismo" - , ma più in generale anche attraverso la collaborazione dei soci nell'indicazione di possibili relatori per le serate conviviali su argomenti che sono stati selezionati sulla base delle tematiche mensili.
Così, ad esempio, il mese di settembre - mese dedicato alle giovani generazioni - sono stati invitati Eleonora Cozzella, una giovane giornalista de L'Espresso, su "i sensi ed il cibo" ed il giovane architetto Matteo Gatto, responsabile del masterplan de L'EXPO 2015 di Milano per una anteprima interessantissima su questo evento internazionale che ha visto anche la partecipazione di numerose autorità cittadine tra le quali il sindaco di Montecatini Terme Giuseppe Bellandi e il Presidente della Provincia di Pistoia Federica Fratoni. Analogamente, in Ottobre, mese dell'azione professionale, è stata relatrice il Presidente di Assindustria Toscana Antonella Mansi, così come ha destato grande interesse tra i soci l'Interclub con il club padrino, nel mese di novembre come mese dedicato alla Rotary Foundation, con ospite Arrigo Rispoli Presidente della Commissione Distrettuale Fondazione Rotary.

Se in generale l'attività dei caminetti e delle conviviali è stata ed è impostata alla ricerca di una sempre maggiore integrazione tra i soci, in particolare si è ricercato anche attraverso "gite fuori porta". di favorire ulteriori occasioni di relazione.
Per questo e con l'obiettivo di rendere note ai soci attività ed elementi di eccellenza del territorio di appartenenza del club e dei territori contermini, sono state programmate interessanti visite a luoghi di particolare interesse per le loro specificità o eccellenze.
Mi riferisco in particolare alla visita ai cantieri Perini Navi di Viareggio, già effettuata nel mese di Novembre caratterizzata da grande interesse e partecipazione dei soci, a quella già programmata per il mese di Febbraio al Centro Ego-Virgo di Pontedera (un centro di eccellenza nel settore atrofisico - 3° nel mondo e primo in Europa - che capta ed elabora le onde gravitazionali provenienti dalla costellazione della Vergine) e infine, ma non ultima - sono infatti in programma anche altri eventi come ad esempio la visita alle cave di marmo di carrara in interclub col club locale e visita ai capolavori d'arte conservati nei magazzini degli Uffizi - la "gita con i barchini" nel Padule di Fucecchio, eccellenza ambientale del nostro territorio, tutte quante terminate con una "piacevole e socializzante chiusura conviviale", alla mensa interna, nel caso dei Cantieri Perini Navi, o in luoghi di ristorazione selezionati per le prossime gite in programma.

Il Club, valutazioni sull'effettivo, azioni di miglioramento continuo delle relazioni tra i soci.
Il club è in generale affiatato e non presenta oggi particolari elementi di conflitto interno.
L'attenzione del direttivo è in questa fase rivolta sia alla crescita numerica che al consolidamento dei rapporti tra i soci nonché allo stimolo per ottenere una maggiore frequenza.

Il dato di crescita dell'effettivo non può infatti essere considerato un puro dato numerico ma deve esser interpretato anche come crescita di interrelazione ed amicizia rotariana.
L'anno rotariano in corso è caratterizzato dal maturare di esigenze di soci legate in prevalenza alle varie attività professionali latenti negli scorsi anni che hanno trovato la loro attuazione durante questa annata e la precedente. Mi riferisco al trasferimento ad altro club dei soci Sandro Billero e Torello Lotti, ed alle dimissioni del socio Alessandro Ingrassia, già avvenute nell'annata precedente, alle due richieste di trasferimento dei soci Alberto Nieri e Piero Ceccatelli al Club Prato, anch'essi per motivi di lavoro e di residenza giunte da breve termine al club ed infine all'uscita dal club del socio Alice Pucci. A fronte di ciò, il consiglio ed il Club si stanno impegnando con grande energia per la ricerca di nuovi soci, finalizzata non ad un mero scopo numerico, ma per ritrovare nuovi equilibri della compagine sociale con nuovi ingressi di soci motivati e rappresentativi. Di questi per i primi due sono già iniziate le procedure di ammissione, mentre si prevede l'ingresso di almeno altri due soci, anch'essi altamente rappresentativi della categoria, entro il giugno prossimo.

Particolare è stata l'attenzione alle giovani generazioni verso le quali il nostro Club è da sempre impegnato con ottimi risultati in un confronto sereno e fattivo.
Il nostro Club Rotaract, è costituito da ragazzi eccezionali ed eccezionalmente motivati nello spirito rotariano. I nostri rapporti sono di grande vicinanza sia per l'assidua frequenza alle conviviali del nostro Club, sia per l'azione importante e determinata della Commissione Rotaract coordinata dal brillantissimo Presidente Marco Regni. Anche il club Interact, ad ormai più di due anni dalla sua costituzione, opera in serena autonomia apprezzando comunque il coinvolgimento in iniziative e conviviali da parte del club padrino. Ma anche in questo caso per i maggiori dettagli si rimanda alla relazione della relativa commissione.

Prevista inoltre la programmazione dell'invio di due giovani al Ryla, e l'istituzione di borse di studio da assegnare a giovani neolaureati del nostro ambito territoriale, opportunamente selezionati, col progetto "Etica, Giovani, Industria e Professioni" che ci vede in questo monumento impegnati nella ricerca ed individuazione di aziende, studi professionali, fondazioni di livello nazionale e/o internazionale ed eticamente accreditati, per l'organizzazione di stage come esperienza di start-up alla futura attività professionale.

Attività dei progetti: linee generali
Particolare interesse e attenzione da parte del Direttivo e del Club sono stati dedicati ai progetti realizzati - e tuttora in corso di realizzazione - nell'ambito del programma sperimentale di Visione Futura. Di questi il District Grant è già stato attuato mentre il Global Grant intrapreso, sebbene abbia trovato un elemento di ostacolo nel mancato consenso finale da parte del Club Ospitante nella fase di completamento della procedura, sarà comunque portato a termine come progetto del Club.
Il mancato completamento dell'iter di Visione Futura, non ha infatti comportato l'abbandono del progetto (un progetto da complessivi $ 45.000,00), ma, viceversa, ciò è stato colto come stimolo per trovare nuove soluzioni per poter comunque portare a compimento l'iniziativa (cfr relazione Commissione Progetti): intanto la costruzione della scuola inizierà a partire dal mese corrente e se ne prevede il completamento entro il giugno prossimo, scadenza dell'annata rotariana corrente.
Tale problematica è stata inoltre colta dal Club come grande opportunità di verifica e di crescita per meglio impostare le attività legate ai finanziamenti predisposti dalla Rotary Foundation nell'ambito di visione Futura negli anni a seguire anche in relazione alle grandi opportunità di finanziamento - e non solo - che il nuovo programma offre (cfr. relazione Commissione R.F. e Commissione Progetti).

Senza addentrarsi nei progetti portati avanti dal Club, tematica propria della Relazione Commissione Progetti, voglio solo ribadire che lo sviluppo degli stessi è avvenuto e sta avvenendo attraverso la fusione del lavoro delle varie commissioni nella volontà di dare concretezza alle cinque vie d'azione promuovendo risultati effettvi.

Da ricordare infine il progetto APIM, il coinvolgimento di autorità locali alle conviviali rendendoli partecipi della vita del Club e un cenno in particolare all'istituzione in questa annata rotariana della Commissione Etica, presieduta dal presidente incoming Stefano Fanucci che ha lavorato in maniera capillare per veicolare tra i soci in modo ancor più efficace il principio del "servire al di sopra di ogni interesse personale" anche con l'organizzazione di conviviali a tema e non ultima con la proposta di partecipazione al convegno del 12 Febbraio.

Infine, una nota sul "progetto Pilota" proposto ed attuato dal Socio Marco Potenti (cfr. relazione Commissione Progetti) che verrà sicuramente ripetuto in futuro finalizzato anche al maggior coinvolgimento dei Club e del/dei Distretto/i nei confronti delle iniziative della RF gettando le basi per nuove formule di azione e interazione tra clubs e distretti e tra questi e la RF. e aprendo nuove interessantissime strade per l'implementazione dei fondi.

"Passione ed entusiasmo" sono oggi ancora più forti nel vedere realizzati alcuni dei progetti programmati, in fase avanzata altri, altri ancora in itinere o addirittura in progetto con la determinazione dell'ottenimento del risultato.

"Passione ed entusiasmo" sono oggi ancora più vivi perché l'annata di presidenza permettere di acquisire una maggiore conoscenza del club, di avvicinarsi maggiormente ai soci per "fare squadra" e condividere insieme il potenziale di servizio e di idealità del Rotary.

Un caloroso saluto di benvenuti tra noi a te, Vinicio e a Giuliana!

Il Presidente
Marco Matteini

 

powered by Macrolab